Dott.ssa Giordana Milani Psicologa clinica e forense

 

Da sempre mi occupo di prevenzione e cura del disagio infantile, sia in ambito istituzionale sia privato.

Ho avuto modo di essere a fianco di centinaia di bambini, nella mia duplice veste di insegnante elementare e di psicologa, e ho osservato la crescita di tantissimi di loro fino all’età adulta.

Ho avuto conferma che in tutti i casi in cui il ragazzo o l’adulto ha manifestato difficoltà esistenziali, i segnali di disagio erano già tutti presenti negli anni della scuola primaria e infanzia.

Sono convinta che se si fosse intervenuti allora, tante sofferenze e drammi si sarebbero potuti evitare dopo.

Credo che esista, in genere, una difficoltà da parte di insegnanti e genitori, di comprendere il valore comunicativo del comportamento infantile.

I bambini esprimono le loro difficoltà in modo indiretto e difficilmente decifrabile.

Il non capire il valore comunicativo di alcuni comportamenti disturbanti genera ansia, alla quale si reagisce, spesso, con impotenza e fastidio.

Dare significato ai segnali di comunicazione, che sempre il comportamento infantile invia al mondo adulto, è il primo passo per una soluzione di problemi.

Se il mondo adulto risponde ai bisogni del bambino, spesso, il problema svanisce in pochissimo tempo.

I genitori, nella stragrande maggioranza dei casi, sono gli artefici della soluzione del problema, se in possesso di strategie di intervento adeguate.



 


Il mio aiuto è rivolto agli adulti e ai bambini.

Il mio intervento è di tipo sartoriale, cioè cucito addosso a quei genitori, per quel bambino e per quel problema.

 

Quando il disagio viene espresso dai bambini può manifestarsi con:

- Difficoltà di relazione con i coetanei e con gli adulti;

- Difficoltà di apprendimento in assenza di specifici disturbi apprendimento;

- Difficoltà nella sfera della socializzazione.

 

Quando il disagio riguarda gli adulti il mio intervento riguarda:

- Relazioni in generale e di Coppia;

- Separazione e divorzi, con eventuali e relative problematiche legate al rapporto con i figli, elaborazione del lutto

- Disagio in ambito sociale e lavorativo.